Come guadagnare con Fiverr

Written By Simone Pifferi

Home » Opportunità » Come guadagnare con Fiverr
Guadagnare Con Fiverr

Continuiamo qui su Seome.blog a parlare di come guadagnare online parlando di Fiverr, servizio davvero interessante e super utile. Piccolo spoiler: si può iniziare a guadagnare in pochissimi minuti.

Negli ultimi anni sono nate diverse piattaforme dove la domanda di varie prestazioni incontra l’offerta e Fiverr è una di queste, ovvero un marketplace dove chiunque può offrire i propri servizi a varie realtà come aziende, agenzie e clienti privati. Quindi dopo aver letto questo articolo saprai cos’è, come funziona e come guadagnare con Fiverr.

Cos’è Fiverr?

Se non avete mai sentito parlare di Fiverr non vi allarmate, nelle prossime righe vi spieghiamo di cosa si tratta. Molto semplicemente stiamo parlando di una piattaforma online che da la possibilità di mettere in contatto domanda e offerta di lavoro. L’azienda Fiverr International Ltd è stata fondata nel 2010 a Tel Aviv e subito riscosse molto successo. Alla base di questo progetto ci fu l’ottima intuizione dei due fondatori (Micha Kaufman e Shai Wininger) di offrire vari servizi a partire da 5 dollari (da qui il nome Fiverr). I progetti su Fiverr si chiamano “gig”, espressione informale americana per indicare un lavoro occasionale e le attività vengono svolte in modalità smart working.

Le categorie principali sono legate al mondo del digitale e possono essere suddivise in varie macro categorie: grafica e design; marketing digitale; scrittura e traduzioni; video e animazioni; musica e audio; programmazione e tech; business; divertimento e lifestyle. Le categorie dove cercare o offrire un progetto sono davvero molte e non possiamo in questa sede fare un elenco completo. Vediamo ora come funziona se avete intenzione di iscrivervi e offrire i vostri servizi per iniziare a guadagnare con Fiverr.

Come funziona Fiverr e come si guadagna?

Il meccanismo di base di Fiverr è abbastanza intuitivo: c’è un venditore che pubblica un annuncio riguardante il proprio lavoro e un compratore che acquista il servizio. Il venditore dal guadagno deve detrarre la commissione per Fiverr (il 20%) e i costi di commissione di PayPal

Iniziare ad utilizzare Fiverr come venditore di servizi è semplice e soprattutto gratuito. Bisogna solamente registrarsi scegliendo una mail e una password (potrete accedere anche tramite l’account Google o quello Facebook). Una volta dentro dovrete lavorare un po’ per ottimizzare il vostro profilo con un’immagine e tutte le informazioni necessarie. Decisiva sarà la descrizione, una sezione dove dovrete inserire chi siete e quali servizi offrite, impostando le giuste parole chiave per essere indicizzati correttamente dalla piattaforma stessa.

Una volta sistemata questa parte potrete cominciare ad inserire le vostre offerte (quelle che come abbiamo scritto prima qui su Fiverr si chiamano GIG!). Prendetevi un po’ di tempo per dare un’occhiata ai profili dei professionisti più popolari e magari vicini ai vostri servizi così da capire quali sono le migliori pratiche da seguire.

Ci  teniamo a precisare che non esistono trucchetti o formule magiche per ottenere visibilità su Fiverr: l’algoritmo della piattaforma sembra premiare i profili che ottengono recensioni positive. Un consiglio: anche se la piattaforma è multilingue la maggior parte delle offerte pubblicate è in lingua inglese. Quindi, lasciate perdere l’italiano e preparate il vostro profilo in inglese!

Quanto si guadagna con Fiverr?

La risposta a questa domanda è: dipende. Infatti non è possibile sapere con certezza quanto si andrà a guadagnare con Fiverr. Come tutte le attività online anche questa richiede tempo per riuscire ad ottenere buoni risultati. Bisogna ottimizzare al massimo il proprio profilo e curare i propri annunci sul marketplace. C’è chi riesce a guadagnare oltre 2.000 euro al mese e chi ne guadagna solamente 100. Chi riesce a tirare fuori uno stipendio dedicandosi solamente ai lavori su Fiverr e chi lo usa per arrotondare e avere un’entrata extra a fine mese. Tutto dipende dal tempo che dedicherai alla piattaforma e alle recensioni che riuscirai ad ottenere. Cercate di offrire un servizio di qualità ad un prezzo competitivo, ma attenzione a non svendere troppo il vostro lavoro. Inoltre cercate sempre di ottenere buone recensioni e proporre servizi che rispecchino le vostre vere competenze.

Fiverr è una buona opportunità di guadagno ma è difficile pensare che si tratti di un’entrata stabile nel tempo e comunque non è un vero e proprio business online. Va più vissuta come una soluzione temporanea per guadagnare qualcosa.

Come guadagnare con Fiverr?

Come detto in precedenza i servizi che si possono offrire sono davvero numerosi e ovviamente hanno diversi livelli di retribuzione legati alle competenze necessarie per svolgere tale servizio.

Esistono alcuni lavori su Fiverr che si possono svolgere senza particolari competenze, ovviamente sono anche quelli meno pagati e dove c’è più concorrenza (proprio perché potenzialmente potrebbe farli chiunque). Uno di questi può essere la rimozione dello sfondo delle immagini oppure trasformare le foto in bianco e nero rendendole a colori, fino a qualche anno fa occorreva conoscere almeno le basi di programmi come Photoshop e Gimp per rimuovere lo sfondo da un’immagine, ma oggi esistono dei tool online che lo fanno gratuitamente. Un altro servizio potrebbe essere la trascrizione di video o podcast, ossia trasformare un contenuto audio o audiovisivo in un documento scritto.

Come accennato potete provare ad offrire queste tipologie di servizi, ma vi scontrerete con una concorrenza potenzialmente proveniente da ogni parte del mondo. Immaginate quindi un venditore indiano che offre il vostro stesso servizio di rimozione sfondo a meno della metà di quanto lo fareste voi per un’evidente differenza del costo e del tenore di vita.

I lavori più pagati su Fiverr sono invece quelli che richiedono skill avanzate e rientrano fra questi la produzione di video per YouTube, Facebook e Instagram, oppure la creazione di siti web, lo sviluppo di app, la progettazione grafica applicata a vari settori, la redazione di testi aziendali o la scrittura di articoli specializzati.

Informazioni utili e conclusioni

Se volete iniziare a guadagnare su Fiverr possiamo dirvi che attualmente in Italia, sfruttando la legge della prestazione occasionale, non vi serve la partita iva, almeno inizialmente. Infatti per lo Stato Italiano se durante l’anno non vi è un guadagno continuativo massimo di 5000 euro (poco più di 400 euro al mese) non c’è in teoria bisogno di aprire la partita iva. Su questo però vi consigliamo assolutamente di rivolgervi al vostro commercialista e di chiedere una consulenza dettagliata.

In conclusione possiamo sicuramente affermare che Fiverr è un ottima piattaforma per iniziare a guadagnare online. Tramite un sistema pratico e veloce permette di ottenere un po’ di profitto, con grandi variabili da persona a persona, in base come già detto alla propria esperienza e al tempo che si dedica alla piattaforma.

Un altro aspetto fondamentale è che, se decidete di lavorare in proprio con Fiverr anche solo per un piccolo stipendio extra a fine mese, lo si può fare senza alcun obbligo o alcuna pressione da parte della piattaforma. E soprattutto in qualunque parte del mondo, in piena stile “nomade digitale”.

Lascia un commento